I sogni ogni tanto si avverano.

Hola amigos, que tal?
Oggi siamo atterrate a El calafate ovvero in #Patagonia, sorvolandola e rileggendo la guida capisco subito di aver sbagliato, a questa zona bisogna dedicare una settimana, ci sono troppe cose da vedere, noi staremo solo 3 notti.

Riconfermo quanto pensato in volo quando, lasciate le mochilas presso l’America del sur hostel (taxi dall’apt ars 135 a pers), ci dirigiamo a piedi in centro e iniziamo a consultare le agenzie che rivendono escursioni. Non avete idea di quante cose si possano fare qui e sarebbero tutte da non perdere, un po’ rattristate ne decidiamo due, ci facciamo consigliare dal simpatico ometto barbuto dell’agenzia Hielo y aventura (in pieno centro sulla via principale Libertador).
Volevamo fare l’escursione detta “BIG ICE” ma non c’era posto in nessun giorno quindi amaramente abbiamo optato per un trekking sul Perito moreno e la navigazione de los glaciares. (Costo per persona 2080 pesos+430 per i due ingressi ai parchi)
Tutto costa una follia qui, più che da noi in Italia ma arrivare qui e privarsi di un’escursione non ha senso, son partita per questo viaggio cosciente del fatto che questa terra é cara.
El calafate si é trasformata negli ultimi anni in una mini Las vegas senza grattacieli, piena di lucine e cani randagi. Non mi é mai capitato di vederne così tanti, avevamo perfino la guardia del corpo che usciva puntualmente con noi dall’ostello.

IMG_8947.JPGvista dall'aereo prima di toccare terra.

IMG_8953.JPG

IMG_8975.JPGvista panoramica del Lago Argentino dal nostro Hostal

IMG_8966.JPG

IMG_8964.JPG

Da notare sopra presso il pub Libro café – ho dato un panino a un cucciolo ed é arrivata altra mezza famiglia! 😃
Dopo un’aperitivo decidiamo di comprarci uno yogurt e ci dirigiamo in hostel con il resto della truppa conosciuta a Puerto Madryn.
Il freddo qui si fa sentire e a me aggrada molto, per cui sfoggio la mia super berretta coloratissima e la mia giaccone fluo.
L’America del sur hostel é proprio carino, ha una vista spettacolare sul lago argentino ed é pieno di giovani, oltre ad un receptionist con cui avrei fatto volentieri altri mille check in 😃
In camera abbiamo due newyorkesi e a noi spettano i lettoni sopra, la camera minuscola ma pulita, ecco a voi la foto da zingare.

IMG_9269.JPG

IMG_9267.JPGAmerica del Sur Hostal

[secondo giorno]
Puntualmente apro gli occhi verso le 6, non volutamente questa volta, l’amica della grande mela che sta al piano di sotto ha fatto giusto un po’ di casino per cambiarsi, ma non posso lamentarmi, é stata una mia scelta la camera condivisa (però desidero tanto un bagno mio,lo ammetto) 😣
I raggi di sole illuminavano la stanza e io stavo proprio bene dentro al mio sacco a pelo da 15 euro della decathlon. Mai fatto un acquisto migliore!
Per fortuna mi riaddormento e verso le 9 ci dirigiamo a fare la colazione, la mitica cameriera o aiutante addetta ci ha tolto tutto in due secondi prima dell’orario previsto, le ho sorriso per farle capire che tanto simpatica non lo era e non dev’essere stata una bella faccia a quell’ora appena sveglia!Nonostante ciò (la mia faccia non é servita a nulla ovviamente) io ero comunque carica, si stava per realizzare uno dei miei tanti sogni nel cassetto e io ancora non me capacitavo.
Un’escursione che parte alle 11 io non l ho mai sentita, eppure esiste. In super anticipo aspettiamo fuori il bus in compagnia della ns guardia.

IMG_8983.JPG

Verso le 12 arriviamo, dopo mille curve appena lo intravedi tutti nel bus iniziano a urlare ed esclamare. Vi giuro questo é l’effetto che fa.
Parlo del Perito Moreno.
Il gigante misura 30 km di lunghezza, 5 km di larghezza e ben 60 mt di altezza, questo dice tutto. Ogni giorno avanza di 2 mt!
Provate a immaginarvi davanti a un muro di quell’altezza…..provate…..la mia sensazione li davanti é stata quella di sentirmi minuscola, rimani senza parole. Tutti zitti ad ammirare quella meraviglia.
Ho cercato il punto migliore per godermelo e leggere una lettera che custodivo da inizio viaggio nel mio zainetto.
La mia mente vagava e non riuscivo a smettere di guardarlo…ogni tanto qualche scricchiolio dei giganteschi iceberg che si staccano e cadono, abbiamo avuto la fortuna di vederne uno alto quanto un palazzo!
Insomma dopo essermi “ritrovata” ho scattato mille foto per voi, eccone alcune:

IMG_9004.JPG

IMG_9044.JPG

IMG_9001.JPGPerito Moreno

Proseguiamo l’escursione con il trekking sul ghiacciaio, prendiamo una barca che ci porta in dieci minuti sul lato, li ci aspettano le guide.
Indossati i ramponi in gruppetti da 15/20 persone risali il P.M.
Finalmente lo tocchi e sorseggi la sua acqua 😃

IMG_9112.JPG

IMG_9084.JPG

IMG_9104.JPG

IMG_9092.JPG

Rientriamo in hostel distrutte ma decidiamo dopo due pomodori al volo di raggiungere in centro Salvatore, un ragazzo solitario che abbiamo conosciuto oggi in bus. Esistono poche persone al mondo simpatiche come lui, piangevamo dal ridere 😂😂

[terzo giorno]
Questa giornata non é stata il top, avevamo probabilmente troppe aspettative, non so dirvi neanche io.
Oggi abbiamo fatto la navigazione tra i glaciares seco, Upsala e Spegazzini.
Non nego che il panorama é unico, questi iceberg che galleggiano, lo Spegazzini che ti lascia a bocca aperta, ma probabilmente sia io sia Ramona avendo visto Jokulsarlon in Islanda non siam rimaste così colpite! Credo anche per il semplice fatto che fossimo su questo catamarano di anzianotti , per fare una foto dovevi lottare e poi troppa confusione. Volevamo tornate dal barbuto a dirgli che ci aveva consigliato male ma é stata colpa nostra che preso il panico di non trovar più posto e sapendo di tornare tardi ieri sera l’abbiamo prenotata senza pensarci due volte.
Mancherebbero da vedere il Fitzroy, El chalten, estancia Cristina (l’ha fatta Salvatore e merita), fare kayak e mille camminate….che tristezza andare via con la rabbia da qui.

IMG_9163.JPG

IMG_9192.JPG

IMG_9214.JPGSpegazzini Glacier

IMG_9184.JPG

Stasera ci premiamo con una cena insieme a Salvatore, ci mancava già dalla sera prima. Andiamo al Ricks per un lomo grille, rischio di affogarmi (non scherzo) perché mi fa ridere mentre mangio. Brindiamo al nostro viaggio e a quell’incontro magico che credo proprio non dimenticherò mai!
Domani si vola verso #Ushuaia!

IMG_9275.JPGlomo grilled al Ricks

IMG_9274.JPG
Ps: sono le 2 di notte e sono stata a scrivere fin adesso, grazie se sei arrivato fin qui!
Per maggiori info scrivimi pure a info@travelmood.it

LIC

Annunci

9 pensieri su “I sogni ogni tanto si avverano.

  1. ciao, foto mozzafiato, racconto accattivante e piacevole non vedo l’ora per l’appuntamento con i tuoi
    racconti…… continua così….. ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...