ISLANDA

64549_10151424828216551_49270943kk2_n
DETTAGLI TECNICI DI QUESTO VIAGGIO MERAVIGLIOSO:
Volo diretto da malpensa su Keflavik con la compagnia aerea Wow air
Reykjavik – 2 notti presso un appartamento monolocale al costo di euro 170
Molto carino e pulito comodo a laugervata: via dello shopping!
La capitale per me è straordinaria, queste casette di latta tutte colorate, locali alla moda e un po’ di gente (nel resto Dell isola non trovate quasi nessuno).
Abbiamo visto Perlan (raggiungibile con il bus 18 dalla stazione hlemmur, si fanno i tkt direttamente li), opera (illuminata di sera) e camminato per il centro.
DSC_0233
Il terzo giorno dopo aver visitato la capitale ci siamo diretti verso il circolo d oro: per prima pingvellir: un percorso a piedi pianeggiante dove vedete la dorsale medio atlantica,in un colpo solo potete stare su due continenti:America e islanda!!!poi ci siam diretti verso geysir, qui lo dice il nome stesso avete la possibilità di vedere eruttare l unico geysir attivo,altezza circa 30 metri ogni 6 minuti!poi gulfoss: meravigliosa cascata e se c è il sole l arcobaleno è li e crea un atmosfera ancora più bella!dormiamo nelle vicinanze di selfoss: 1 notte presso l ice blue lodge vicino a selfoss costo 108 pp – struttura tutta in legno blu molto particolare immersa nel verde!Veramente un’ottima colazione con pane fatto in casa e ogni tipo di marmellata frutta e dolcetti, ve lo consigliamo tanto!
DSC_0068
DSC_0454
Il giorno seguente partiamo da selfoss in direzione seljalandoss, trovate le cascate sulla strada molto belle si possono girare a piedi anche dietro, poi poco dopo trovate le cascate skogafoss stupende anche quelle, qui noi abbiamo pranzato sul Prato immenso che trovate ai piedi delle cascate!
Proseguiamo sullo sterrato e raggiungiamo le scogliere dyrholaey, c’era una gran nebbia ma nonostante quella siam riusciti a scattare bellissime foto!
Poco dopo trovate vik, cittadina sul mare ma non ci soffermiamo perché è tardi e dobbiamo raggiungere kirkjubaejarklaustur dove soggiorniamo presso un cottage all interno Dell hotel laki, con colazione euro 125 a coppia. Il cottage è carino, potete parcheggiare l auto a fianco.qui ho cucinato un bel piatto di spaghetti al tonno e cotti ci siamo addormentati.
IL giorno seguente dopo una buona colazione abbiamo improvvisato un giro verso il cratere laki, si raggiunge tramite un lungo sterrato con paesaggi mozzafiato, si guadano fiumi ed è obbligatorio avere un’auto 4×4!raggiunta la vetta c’è un bel percorso a piedi di un’oretta buona per vedere tutto il panorama – lakagigar craters!arrivati abbiamo pranzato sui tavolini che trovate e se avete bisogno di qualche info ci sono guide esperte pronte ad aiutarvi!
Torniamo verso kirkjubaejarklaustur e raggiungiamo hofn,2 ore e mezza di auto, tappa velocissima a jokulsarlon verso le 20.30 e diretti al guesthouse hvammur situato di fronte al porto, qui trascorriamo 2 notti con colazione a coppia euro 212.50!la camera è molto semplice ma pulita, bagni in comune e colazione discreta!per cena non avendo la possibilità di farne noi, siamo andati  da humarhofnin – ottimo ristorante vicino al porto consigliato anche dalla lplanet, abbiamo speso 80 euro in due perché abbiamo preso i gamberoni, se andate non perdeteveli perché sono squisiti!
Il giorno dopo avendo visitato il cratere laki ma avendo già prenotato per Hofn siam dovuti tornare indietro sempre sulla strada n’1 e quindi verso skaftafell , dove camminando per 1.6 km raggiungete le stupende cascate di svartifoss, prima di queste abbiamo visitato jokulsarlon dove abbiam dedicato una mattinaa intera tra escursione in battello da 3700 isk per persona e foto sulla spiaggia vicina!merita tanto!
Rientrati in serata siamo andati direttamente a cena al ristorante PAKKUS (di pacco aveva solo il nome), scelto perché ci ispirava ed era comodissimo al porto, il locale è caratteristico e piacevole, la loro specialità sono gli scampi, allora perché non prenderli?se avete ancora un po’ di spazio prendete il dolce skyr, uno in due può bastare!è una cannonata!costo 60 in due!
Doccia rigenerante e a nanna, il mattino seguente dopo una colazione super ci dirigiamo verso egilstadir e precisamente presso la guesthouse ormurinn, arrivati verso le 14 facendo un sentiero sterrato, alla reception ci dicono che la camera nn é pronta così per non perdere neanche un minuto ci fiondiamo verso borgarfjordur dove ci aspettano i magnifici puffin, dista 1 ora da egilstadir, meta carina perché si attraversano vari fiordi, peccato per il tempo che non era dei migliori! Rientrati verso la guesthouse ci assegnano la camera, carinissima, nuova e posizionata sopra l ufficio postale, alle 6 affamati preparo un piatto di pasta e il pranzo per il giorno successivo, qui la cucina é in comune così cm il bagno e il salotto, sembra una casa enorme, bello bello!
La mattina seguente ci dirigiamo verso il nord!
Partiamo per dettifoss, cascate al nord, per raggiungerle c è da fare un po’ di sterrato ma a noi la cosa diverte parecchio con la ns jeppettina!
Il tempo é ancora brutto ma non si può perdere neanche un angolo Dell Islanda, proseguiamo per hliooaklettar dove ci sono gallerie di basalto colonnare dalle forme più diverse che ricordano un paesaggio lunare!pranzo velocissimo su una panchina e andiam verso la centrale geotermica di leirhnjukur vicino alla grande area vulcanica di krafla.qui si sfrutta il calore di krafla.tutto intorno avrete la possibilità di vedere un sacco di fumarole, la zona di namaskard, dimmuborgir e grjotagja…se avete voglia e tempo potete fermarvi a fare un bel bagno caldo alle nature baths sempre li accanto ma a pagamento.IMG_2063
Concludiamo la giornata arrivando all hotel edda storutjarnir verso le 21, doccia e cena in hotel con un bel piatto di salmone affumicato e lo skyr!
Conosciamo una coppia di italiani e ci scambiamo suggerimenti ed emozioni vissute!siamo tutti molto carichi, consiglio l hotel perché è a 5 minuti da godafoss e veramente bellino, pulito-spesa 95 euro in due compresa l abbondante colazione del mattino seguente!
Siamo già al 31 luglio 2013, sveglia non prestissimo perché avevamo meno km da fare e meno da vendere, il tempo ancora nebbioso, ci dirigiamo alle godafoss(non avevamo la forza di vederle la sera prima ma si poteva), poi tornando indietro prendiamo la F862 verso sprengisandur, il nostro obiettivo era raggiungere le cascate aldeyjarfoss, meritano e serve sempre il 4×4!Nel ritorno ci fermiamo da due cavalli liberi e diamo loro un po’ di erbacce, si fanno accarezzare, che dolci e che emozione!Niente da dire, i cavalli islandesi battono tutti!in più Nico si imbatte con due pecore in mezzo alla strada e una di queste non smette più di belare.. 🙂 qui da noi cose del genere non capitano!
Poi ci dirigiamo al nord verso Husavik, la mia speranza era che andando al nord il tempo diventasse più bello e invece peggiorava, pioveva e pioveva…così arrivati a Husavik decidiamo di pranzare all N1 cioè al distributore di benzina con un hod dog e delle patatine, ci consoliamo un po’ col cibo!
Causa brutto tempo molte imbarcazioni non partono per l avvistamento delle balene, noi Eravam già indecisi se farla o meno, molti ce la sconsigliavamo perché costa 50 euro circa a persona e magari vedi solo una mezza coda!
Niente: non la facciamo e partiamo per akureyri prima del previsto ed esattamente all hostel backpackers in pieno centro, prenotato in anticipo a 78 euro a coppia senza colazione, l ostello ha la cucina, docce e bagno in comune..le camere belline e super nordiche..pieno di giovani, lo consiglio!
Dopo un bel giretto a piedi tra negozi e fatta la spesa per i giorni successivi preparo in cucina con altra gente la nostra cenetta: spaghetti e pesto!casualmente nello stesso momento anche un’altra coppia stava cucinando la stessa cosa!veloce e pratica in effetti!dopo l’ostello offriva un cocktail (birra per noi) a ogni cliente!poi nanna!
Il 1 agosto si parte per hveravellir, prima notte in tenda in Islanda, Wow!!
Li nn ci sono altre sistemazioni e dicono non si debba perdere!
Fatta una squisita colazione Made by us, pranzo box pronto, partiamo e facciamo 200 km circa raggiungendo così hveravellir!
Chi l avrebbe mai detto?ci aspettavamo guadi e un percorso difficile e invece raggiungerlo dal nord è facile, sicuramente il ns itinerario è un po’ strambo, hveravellir si potrebbe fare anche da gulfoss (90 km di distanza) e così perdere meno tempo anche perché noi successivamente siamo tornati al nord verso hvammstangi.
In ogni caso vedete voi se farla o meno, ma per noi hveravellir merita, arrivati abbiamo pranzato poi per digerire un bel piatto di pasta ci siamo fatti una camminata seguendo i sentieri indicati, viste le fumarole e poi ci siamo diretti a montare la ns tenda che fortunatamente ha resistito per tutta la notte.C’era un vento fortissimo e la tenda si piegava, è già tanto che non sia volata via.
Campeggiare costa 2400 a coppia ed é incluso anche il wc e le docce e la naturale piscina di acqua bollente che non ci siamo assolutamente persi!Quant é bello fare il bagno bollente e fuori muori dal freddo??se non volete campeggiare e se arrivate presto la mattina riuscite anche a prenotare un letto nella casetta a fianco della piscina al costo di 15 euro circa. In estate é anche aperto il ristorante.
Tra foto, bagno e lettura siamo arrivati a sera senza accorgercene, dopo una cenetta fredda, una bella partita a carte e poi ci siamo addormentati.
Giorno successivo verso hvammstangi, prima di arrivare in hotel abbiamo percorso la strada 711 che segue la penisola di vatnsnes delimitata a est dal fiordo hunafjordur e a ovest da mioffjordur…inizialmente trovate il faraglione hvitserkur raggiungibile dal parcheggio in 5 minuti di cammino, poi sempre lungo il percorso trovate cartelli per il sito di avvistamento foche!
Siamo riusciti a vederne parecchie, trovate anche un piccolo capanno con binocoli gratuiti (sono troppo organizzati!)
Il sentiero è semplice e anche le auto normali possono arrivarci.
Proseguiamo e arriviamo al welcome hotel hvammstangi dove abbiamo prenotato una doppia con bagno e colazione a 140 euro (un po’ caro), l hotel è carino ma la cittadina non offre molto, dopo una bella doccia siamo andati a cena al kaffi hlendur sul porto, il locale è mini ma delizioso. La signora Maria offre pochi piatti ma buoni, io ho preso una soup del giorno e Nico le ballfish, entrambi piatti salutari e cucinati bene..ve lo consigliamo.
Giorno successivo direzione arnarstapi, zona ovest a 2 ore e messo dalla capitale…svegliati con calma, colazione discreta e partiamo! Tappa per pranzo a N1 e proseguiamo, lungo la strada 574 tappa a Raudfeldsgjà dove trovate una spaccatura in mezzo alla parete rocciosa in cui vi scorre un torrente con qualche cascata, molto suggestivo da non perdere.
Arrivati ad arnarstapi facciamo check-in alla guesthouse snoefell, si trova di fianco alla casa di torba, pagata 85 euro senza colazione.IMG_2317
Il pomeriggio lo trascorriamo in giro intorno al vulcano e ritorniamo verso le 20 per cena, avevamo letto ottime recensioni del ristorante all interno della casa verde con tetto d erba e possiamo assicurarvi che si mangia moooolto bene, carichi per la cena e super affamati ci siam presi due zuppe del giorno e due Fish of the day squisiti, qui il pesce è sempre fresco ed è anche molto particolare la location…chiude alle 21.00 per cui non perdetevi a fare troppe foto perché rischiate di rimanere senza cena, non c é molta scelta laggiù!
La mattina seguente torniamo a Reykjavik dove trascorriamo le ultime due notti prima di rientrare ahimè a casa.
Alloggiamo in un appartamento bello bello bello preso su airbnb al costo di 217 euro.
IMG_2391
IMG_2424
Arrivati ci sistemiamo e andiamo a farci u ed giretto in centro. Per la cena consigliamo la pizzeria eldofoninn, un po’ decentrata ma sicuramente val la pena se siete affamati come noi di pizza, costa il giusto (27 euro in due compres 2 cola).
Il giorno dopo andiamo alla blue lagoon, che relax!
Un paio d consigli: balsamo nei capelli prima di entrare in acqua, acquistate il pacchetto BASIC da 40 euro per persona, portatevi costume, shampoo!
IMG_2491
IMG_1974
IMG_2358
DSC01762b copy small
Concludiamo il nostro giro riprendendo il flybus verso Keflavik 😦
(tkt acquistati online sul sito)
Non vi ho stressato dicendovi che ogni 2 metri si attaccava la Gopro, facevamo fuori pista ovunque si potesse e abbiamo scattato tante foto quindi molti luoghi si visitano in meno tempo.
Epilogo: l Islanda a noi è piaciuta veramente tanto, sei a contatto con la natura sempre e ovunque, ti libera la mente vedere solo verde, vulcani , passeggiare, campi di colza, laghetti , oceano, uccelli, caprette che allattano i piccoli e cavalli che si addormentano sdraiati (io non li avevo mai visti e sembrano perfino morti) – devi amare la natura, avere voglia di guidare e patire un po’ freddo ma quanto vedi quei paesaggi tutto viene ripagato…
Mezzi di trasporto: Aver la jeep ha facilitato il nostro percorso, abbiamo visto un sacco di camper (kuku campers, happy camper),  jeep+mezzo camper, tante roulotte, tanti ciclisti (anche per loro nonostante le ampie distanze le strade sono per la maggiorparte pianeggianti), tanti che facevano autostop , tanti che si spostavano con i bus locali (d’estate raggiungono un sacco di mete più volte all giorno) e molti che dormivano in tenda presso camping o lungo la strada dove era possibile!
Pasti: l Islanda è cara, mangiare nei punti ristoro N1 dove fai benzina costa circa una decina di euro per persona, se pranzi/ceni in ristorante non ti costa meno di 20/25 per persona, noi abbiamo speso sempre di più!quando riuscivamo preparavamo il pranzo o la cena ma tutto dipendeva dalla possibilità di avere la cucina nell hotel o nella guesthouse.
c0a167d8f8c04fef
L’acqua la trovate gratis sempre, la potete bere tranquillamente dal rubinetto che è buonissima!Per la spesa vi consigliamo i supermercati BONUS e NETTO. In più noi da casa abbiamo acquistato una valigia in più per infilarci la tenda e i viveri: pasta,cracker,sughi,olio,sale,caffè e moca, vi consiglio anche una pentola per la pasta e un tapperware per il lunchbox!BUONA AVVENTURA!
Io tornerò per vedere le aurore…. 🙂
Senza titolo-2
DSC_0638
LIC
Annunci

5 pensieri su “ISLANDA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...